Barba: meglio radersi di mattina o la sera?

La questione, se radersi la mattina o la sera, è sempre aperta e vede quasi sempre opinioni alquanto contrastanti. Vi sono dei vantaggi e degli svantaggi, ma va anche detto che il momento migliore per radersi la barba può variare da differenti fattori. Uno di questi, per esempio, può essere il tipo di barba, ma anche la pelle e la preferenza personale. Bisogna, inoltre, sempre assicurarsi di avere il tempo necessario per la rasatura, è un rito che va sempre più perdendosi. Spesso viene fatto in modo frettoloso e frenetico e questo può creare anche dei danni alla pelle, spesso irreversibili.

 

Radersi la mattina

La mattina è uno dei momenti preferiti da tante persone per la rasatura. Qualcuno pensa che radersi al mattino aiuti a svegliarsi meglio. Radersi dopo aver fatto la doccia, inoltre, permette di idratare la pelle, riducendo qualsiasi tipo di irritazione.

A determinare la scelta, se radersi al mattino o la sera, può contribuire anche il tipo di barba che ha un determinato individuo. Se è molto folta e spessa, farla la mattina aiuta a prolungare l’effetto liscio, ritardando anche la comparsa della ricrescita dei peli.

Oltre ai pro c’è anche un contro: quando ci si rade, spesso, è possibile anche causarsi dei piccoli taglietti. Radersi la mattina vuol dire aspettare che la ferita smetta di sanguinare, anche se non sempre è difficile e spesso si è costretti, anche per la fretta, ad uscire con delle macchiette di sangue dovute a piccoli taglietti sul collo e sul volto.

Perché radersi la sera

Radersi la mattina, però, vuol dire anche farlo in fretta, provocando anche dei possibili danni alla pelle. Nel caso in cui non si ami particolarmente andare di fretta, sarà possibile postare la sveglia 15 minuti in anticipo, magari. Se non si apprezza svegliarsi prima si può optare per la scelta di radersi direttamente la sera per il giorno dopo.

La notte porta anche alcuni vantaggi tra cui un effetto lenitivo su particolari tagli e ferite. Al contrario, però, se si ha una barba particolarmente lunga e ispida, farla la sera non può essere considerata la soluzione migliore. Al risveglio, infatti, non sarà liscia come la si vorrebbe dopo averla appunto rasata.

La mattina la pelle è rilassata?

In realtà, a discapito di alcune credenze e dicerie, la pelle al mattino non è più rilassata. La cosa più importante per una rasatura perfetta è prendersi il giusto tempo, usare un pennello e un sapone da barba. Va inoltre idratata a fondo la pelle.

Come radersi la barba alla perfezione

Per una perfetta rasatura va innanzitutto spalmata con cura la crema o il sapone, in modo da ottenere una schiuma ben omogenea e al tempo stesso compatta. Non va usata troppa acqua, poiché questa potrebbe causare bolle nella crema.

La schiuma va poi spalmata con movimenti circolari per almeno due minuti. Questa procedura è fondamentale per far si che il pelo si drizzi naturalmente per poi essere raso.

Va poi passato il rasoio nella direzione naturale del pelo. E’ un’operazione molto delicata che va fatta con cura e attenzione. Non bisogna, come detto precedentemente, usare assolutamente la fretta. Non bisogna, inoltre, premere con troppa energia o facendo eccessiva forza. Il rasoio va passato lentamente, con leggerezza e soprattutto non vanno fatte, per evitare danni alla pelle, più passate col rasoio sullo stesso punto dell’epidermide.

Bisognerà poi risciacquare il tutto prima con acqua tiepida, poi con quella fredda. In questo modo si cicatrizzeranno i piccoli taglietti. Va usato, infine, molto dopobarba. Quelli a base di alcol sono molto utili poiché garantiscono un’azione particolarmente disinfettante. Eventualmente può essere utilizzata anche una crema idratante.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Barba Curata