Cera per baffi e barba: migliori prodotti di Ottobre 2020, prezzi, recensioni

La barba e i baffi sono molto importanti per l’estetica di un uomo. In qualche modo aiutano la persona ad esprimere la propria personalità. Come i capelli, anche la barba e i baffi necessitano di particolari attenzioni. Diversamente da quello che si potrebbe pensare, non basta un rasoio o un regolabarba per essere sempre in ordine. In commercio esistono una moltitudine di prodotti specifici che hanno l’obiettivo di mantenere la barba morbida e disciplinata.

Tra i tantissimi articoli esiste la cera specifica per baffi e barba. Quest’ultima è molto amata soprattutto da chi porta la barba lunga o mediamente lunga perché consente di creare uno styling molto preciso e che soprattutto duri tutta la giornata. In questo articolo ci concentreremo soprattutto sulla cera per barba e baffi. Vi parleremo delle sue caratteristiche fondamentali (esaminando, quindi,  la composizione, la consistenza della pasta e i suoi utilizzi).

 

Caratteristiche fondamentali

La cera per baffi e barba non va mai confusa con il balsamo che serve a districare i peli. La cera, invece, è utile per tenere a posto i peli dei baffi e della barba per restare sempre in ordine. Non è insolito, infatti, che in quel punto i peli siano particolarmente ribelli, proiettando in direzioni differenti, spesso anche nelle narici.

Come scegliere il prodotto giusto

Quando si decide di acquistare una cera per baffi che si adatti alle proprie esigenze ci sono 3 fattori fondamentali da tenere in considerazione:

  • La tenuta
  • Ingredienti
  • Profumazione

Per quanto riguarda la tenuta bisogna comunque tener conto di due principali aspetti: la lunghezza dei baffi e la malleabilità della barba. Per quanto riguarda il primo punto va detto che più i bassi sono lunghi e maggiore sarà la tenuta di cui si necessiterà. Con i baffi definiti ”a manubrio” va scelta, per esempio, una cera a tenuta forte. Per quanto riguarda la malleabilità, invece, va detto che se i peli possono essere facilmente direzionati allora sarà utile anche una cera a bassa tenuta, se si ha difficoltà invece sarà opportuno fare una scelta diversa. Il modo migliore di trovare il prodotto giusto è sicuramente quello di sperimentare.

L’ingrediente fondamentale e principale di ogni cera per barba e baffi è la cera d’api. Questo elemento varia da marchio a marchio e vengono spesso aggiunti oli essenziali che aiutano a dare una profumazione piacevole e gradevole. E’ consigliabile comunque sempre acquistare prodotti naturali che non contengono nessun tipo di additivo chimico. Spesso, i prodotti che vengono venduti sul mercato, presentano del petrolato o il cosiddetto ”petroleum jelly”. E’, nello specifico, un elemento molto diffuso nel mondo della cosmesi ed è stato studiato che non vi sono elementi dannosi per la pelle umana, per questo possono essere acquistati senza problematiche.

La profumazione, infine, è un aspetto puramente personale. Non deve, però, entrare in contrasto con altri prodotti che vengono già utilizzati sulla pelle, altrimenti si rischia di creare mix di fragranze che non risultano gradevoli per l’olfatto.

Come utilizzare la cera per barba e baffi

Sembra semplice, ma in realtà non è sempre facile capire come utilizzare la cera per barba e baffi in modo prettamente corretto. Innanzitutto bisogna acquistare il tipo che si predilige in base ai propri peli. Una volta acquistata, la cera sembra essere dura come il cemento e quindi non è possibile utilizzarla subito.

Una cera molto dura è sinonimo di qualità e il trucco per favorire l’applicazione è sicuramente quello di scaldarla. Per questa operazione ci sono diverse possibilità: tenerla in tasca durante il giorno, scaldarla con il phon o anche mettere il barattolo su un termosifone per qualche minuto. Non deve diventare del tutto liquida, ma ammorbidirsi in modo tale da poterla prelevare dal barattolo e usarla. Va detto, infine, che di solito in estate non è necessario scaldarla.

Va poi prelevata la giusta quantità. Non bisogna mai usarne troppa, va presa, dunque, poco più di un chicco di riso. Naturalmente le quantità dipenderanno anche dalla barba, dallo stile scelto, dalla lunghezza dei baffi e da quanto appaiono folti.

Va poi applicata la cera lavorando il materiale con dei movimenti circolari per renderla ancora più malleabile. Per applicarla sulla barba si parte dal centro, andando poi a lavorare verso la parte esterna. Va ben distribuita per evitare qualsiasi tipo di grumi e si possono utilizzare o entrambe le mani o una sola, in base alle proprie preferenze. Ci si può aiutare, infine, con un pettine per baffi per distribuire meglio la cera, anche se non si tratta di un accessorio prettamente necessario. Dunque, riassumendo quanto detto sino ad ora i passaggi per creare una barba perfetta sono:

  • Scaldare la cera
  • Prelevare la giusta quantità
  • Lavorare il materiale con le mani
  • distribuire il prodotto sulla barba e con i baffi
  • Aiutarsi, se si desidera, con un pettine per barba e baffi

La cera potrebbe essere riapplicata durante il corso della giornata, soprattutto durante i periodi estivi nei quali si suda maggiormente e il prodotto potrebbe andar via.


Classifica dei Migliori Prodotti

Back to top
Barba Curata